Il Messina sbanca il Granillo dopo nove anni, un gol di Orlando mette ko la Reggina

13.09.2014 09:35

Reggina-Acr Messina 0-1
Marcatore: 77' Orlando.
Reggina Calcio: Kovasik, Aquino, Di Lorenzo, Rizzo, Camilleri (79' Masini), Crescenzi, Armellino, Dall’Oglio (73' Maita), Viola, Di Michele (73' Louzada), Insigne. All. Cozza.
Acr Messina: Lagomarsini, Benvenga, Silvestri, Bucolo, Altobello, Pepe, Orlando (78' Paez), Nigro (69' Damonte), Bjelanovic (55' Corona), Pepe V., Donnarumma. All. Grassadonia.
Arbitro: Pietro Dei Giudici di Latina.
Note: ammoniti Dall’Oglio, Altobello, Insigne, Pepe E., Benvenga, Lagomarsini.

----------------------

Finalmente Messina! Al "Granillo" davanti a una cornice di spettatori d'altri tempi, con coreografie da cineteca e grande tifo degno di campionati superiori, il Messina dopo nove anni torna vittorioso dalla stadio amaranto. La Reggina è costretta a ingoiare il boccone amaro della sconfitta e il migliaio di tifosi giallorossi rientra oltre Stretto con le bandiere al vento.  
Un gol di tacco, nel derby dello Stretto. Orlando scrive la storia, il Messina espugna dopo 9 anni il "Granillo" e batte la Reggina. Gara intensa, quella giocata questa sera davanti a 10.000 spettatori. Coreografie mozzafiato, tifo da Serie A. Per una sfida ben giocata da entrambe le parti. Il derby dello Stretto va al Messina. La squadra di mister Grassadonia ha voluto fare sapere forte e chiaro che tiene all'affetto dei tifosi e così ha onorato alla grande il derby più atteso della stagione. Il gol decisivo nella magica serata è stato dell'esordiente in giallorosso, l'ex attaccante dell'Aversa Normanna, Orlando che nella battaglia sportiva al "Granillo" s'è a un certo punto (77') inventato un preciso colpo di tacco su un cross dalla destra di Donnarumma. Quasi tutto il "Granillo" ammutolisce, mentre esplode il settore messinese.
Il Messina porta a casa tre punti, ma principalmente ha saputo battere la Reggina. E lo ha fatto meritatamente, anche se un paio di buone occasioni sono state in favore dei padroni di casa con Insigne, la vera spina nel fianco della difesa giallorossa. La squadra di Grassadonia ha disputato una partita saggia e tatticamente quasi perfetta, cercando di affondare i colpi quando s'è presentata l'occasione, attenta a non strafare e senza farsi intimorire dal tifo del "Granillo": così è arrivato il gol, la vittoria e anche un pizzico di gloria per la grande impresa.

MESSINA FLASH